Web. 28 aprile 2012

Termoli. Cappellini gialli, t shirt bianche: erano circa 250 gli studenti di quinta elementare degli Istituti cittadini che hanno partecipato questa mattina, sabato 28 aprile, alla manifestazione organizzata in piazza del Papa e dedicata all’educazione stradale. Muniti di caschetto e bicicletta, i bambini hanno dovuto percorrere un circuito allestito per l’occasione, nel quale sono stati collocati segnali stradali e strisce pedonali. Semaforo, stop, dare precedenza: un modo per insegnare ai più piccini a prendere confidenza con le regole di base del codice della strada. Il corso, promosso dalla provincia di Campobasso e condivisa dall’Aci Campobasso, dall’Unasca (Unione nazionale della autoscuole) e dai Lions club della provincia, dietro la supervisione dei militari, ha permesso ai piccoli allievi di testare concretamente quelle che sono le regole base dell’educazione stradale. Dalle definizioni stradali ai tipi di segnaletica, dall’ esame delle parti principali della strada ai marciapiede, dall’area pedonale alla pista ciclabile, dall’uso di pattini, tavole, acceleratori di andatura alle tipologie di segnaletica, all’importanza di un abbigliamento "appariscente" o l’uso degli strumenti di protezione individuale come il casco da bicicletta: queste alcune norme che i piccoli hanno potuto apprendere nel corso delle lezioni.

29.11.2012 - Accademia dei Lincei

Trenta studenti hanno vissuto, questa mattina, un'esperienza unica nel segno della sicurezza stradale. Si è svolta infatti oggi a Roma, all'Accademia dei Lincei, la premiazione del concorso del Progetto Icaro riservato agli studenti delle scuole medie e superiori di tutta Italia.

 

Ai vincitori di questa edizione, la scuola media "Virgilio" di Scampia di Napoli e l'Istituto superiore "Catullo" di Belluno sono stati assegnati dei computer portatili, mentre ai ragazzi che hanno partecipato sono stati consegnati tablet, Ipod e navigatori. Per i giovani premiati, inoltre, è previsto uno stage presso il Centro addestramento della Polizia di Stato di Cesena.

Il tema del concorso di quest'anno ha impegnato gli studenti nella realizzazione di uno spot pubblicitario sulla vita, dal tema : " Sulla strada…mi piace, non mi piace ".

I campioni delle Fiamme oro, Roberto Cammarelle medaglia d'oro nel pugilato e Francesco D'Aniello, argento nel tiro a volo, hanno premiato le scuole vincitrici e hanno fatto riflettere i ragazzi sull'importanza del rispetto delle regole nello sport come sulla strada, dove si rischia di più di una partita.

L'ex campione di pallavolo Andrea Lucchetta, testimonial d'eccezione dell'evento, ha realizzato un cartone animato dal titolo "Il sogno di Brent" che la storia di un giovane appassionato di moto che rimane paraplegico a seguito di un incidente stradale ma che, grazie alla tenacia e alla vicinanza degli amici, diventa un campione paraolimpico. Il cartone sarà utilizzato anche nella prossima edizione di Icaro.


 

Documenti da scaricare

PREMIAZIONE PROGETTO ICARO-XII EDIZIONE - ROMA 28.11.2012 - PROT. 7023 DEL 13.11.2012

PREMIAZIONE ICARO - PROT.6314 DEL 15.10.2012

Comunicato stampa premiazione icaro 12.doc

 


Vai al sito del progetto ICARO

 

 

 


Web. 26 aprile 2012

Educazione e sicurezza stradale per i piccoli alunni di san Giuseppe Jato. Con il progetto “Vivere…la strada”, i bambini della direzione didattica Falcone hanno approfondito i temi dei comportamenti corretti e delle regole da assumere alla guida. Un progetto che si è concluso oggi al Centro di Accoglienza Turistica, dove hanno messo in pratica quanto imparato attraverso una simulazione seguita dalla polizia municipale, che nel corso dell’ultimo anno scolastico ha contribuito al progetto con lezioni specifiche. In particolare, al centro dell’attenzione sono stati messi i pedoni e i ciclisti. Per questo, stamattina i bambini hanno guidato la propria bici simulando il comportamento da adottare nel caso di un attraverso pedonale in presenza di semaforo. Responsabile del progetto, l’insegnante Antonella Maniscalco: “Non è la prima volta che portiamo avanti iniziative del genere – dice – ma quest’anno è stato particolarmente interessante sia per noi che per i bambini. A loro abbiamo anche consegnato il “patentino”, un modo per concludere un percorso formativo ed originale per insegnare ai più piccoli le regole della strada”. A concludere l’incontro, questa mattina. quattro poesie scritte e recitate dagli alunni stessi, tutte sul tema della sicurezza stradale. A consegnare gli attestati ai neo patentati, il sindaco di San Giuseppe Jato, Giuseppe Siviglia e l’asessore alla Pubblica Istruzione della cittadina, Annalisa Martorana. “Questa amministrazione ha sempre riservato maggiore attenzione all’educazione dei bambini e alla loro sicurezza. Fin da piccoli – aggiunge l’assessore Martorana - è importante che il concetto di “regola” venga interpretato come “senso civico” e allora che ben vengano iniziative di questo tipo, a misura di bambino”.

Web. 27 aprile 2012

L’amministrazione comunale di Soriano nel Cimino, in collaborazione con la Polizia Locale, ha intrapreso una serie di iniziative di sicurezza stradale presso le scuole del territorio.

L’obiettivo è di rendere “padroni” delle norme del codice della strada i bambini sin dalla più tenera età, affinché diventino utenti sicuri e rispettosi delle leggi.

Nella mattinata di martedì 24 aprile il Vice Sindaco Alessandro Troili, il comandante della Polizia Locale Ten. Antonio Presutti, la vice comandante Anna Rita Di Tobia e la preside Emilia Conti, hanno consegnato agli alunni i libri di educazione stradale donati dal Comune di Soriano.

Alle Classi prima, seconda e terza elementare è stato consegnato un libricino illustrato relativo al comportamento del pedone, mentre il testo delle classi quarta e quinta riguarda il comportamento del ciclista.

Entrambi i testi si concludono con dei quiz da compilare che consentiranno agli alunni meritevoli di ricevere il patentino da pedone o da ciclista.

Alle seconde medie, invece, è stato consegnato un libro di preparazione all’esame per il conseguimento del patentino per il ciclomotore.

”Un progetto davvero importante che vuole aiutare i nostri bambini a crescere sicuri, insegnando loro le regole fondamentali della strada – ha spiegato il Vice Sindaco Troili – e con questa campagna l’amministrazione comunale vuole lanciare un messaggio educativo destinato ad accompagnare i ragazzi durante tutta la loro crescita. L’obiettivo è quello di salvaguardare il valore più importante in assoluto, quello della vita”.

L’iniziativa proseguirà la prossima settimana con la consegna alle classi di terza media del manuale di educazione stradale per il conseguimento del certificato dell’idoneità alla guida del ciclomotore (cosiddetto patentino).

Piacenza Sera. 03 maggio 2012

A Palazzo Galli, sede della Banca di Piacenza, questo pomeriggio si sono tenute le premiazioni per i corsi di educazione stradale che si sono svolti nel corso dell’anno scolastico nelle scuole della città.

“Ringrazio il Comando della Polizia Municipale che ogni anno si assume la responsabilità di questo concorso, che è giunto alla sua diciottesima edizione- ha detto Corrado Sforza Fogliani, presidente della Banca di Piacenza -È l’ultima volta che Roberto Reggi partecipa come sindaco a questa manifestazione e mi auguro che voglia partecipare alla prossima come privato cittadino”.

Il sindaco ha accolto volentieri l’invito e ha ringraziato la Banca di Piacenza per la sua costante partecipazione all’organizzazione dell’evento.

“Questa manifestazione ha portato altri 4000 ragazzi ad apprendere le regole del comportamento stradale” ha commentato Roberto Reggi, sottolineando l’importanza e il bisogno di educare i ragazzi alle regole della strada per arginare e prevenire comportamenti scorretti.

Il progetto non si è posto come obiettivo finale soltanto quello di far conoscere ai bambini e ai ragazzi le norme stradali ma anche quello di trasmettere loro concetti fondamentali quali il rispetto per i diritti, il senso civico e la responsabilità sociale.

Il progetto di educazione stradale, nelle scuole medie Dante e Carducci, ha portato ad affrontare un percorso sulla convivenza civile che si è concretizzato nell’iniziativa “Abbattiamo il muro dell’inciviltà”. Questo progetto ha portato, tra le altre cose, i ragazzi della scuola Dante fuori dalle aule per distribuire delle multe morali, pensate dagli studenti, a tutti quelli che infrangevano le regole della strada.

“Attraverso questo progetto- ha detto Giovanni Castagnetti, Assessore al futuro – dobbiamo aprire gli occhi sul fatto che vicino a noi ci sono tante persone verso cui siamo responsabili. Attuando delle piccole regole apriamo gli occhi verso chi ci sta vicino, diventiamo altruisti. Questo è allenarsi a essere cittadini di Piacenza e del mondo”

Quest’anno si è scelto di premiare i ragazzi che, nel corso del progetto, si sono distinti per la loro attenzione e per il loro impegno.

Altri articoli...

Ultimi temi

No Article Available

Calendario attività

Collaborazioni