image

Si ritiene che la promozione di qualsiasi progetto, nel quadro della complessità propria di una struttura per sua natura fortemente articolata in autonomie e caratterizzata da inevitabili differenze di carattere regionale, imponga una revisione, seppur non radicale, dei metodi di promozione e monitoraggio dei risultati e soprattutto un intervento continuo, alla luce anche dei risultati attesi, finalizzato al rafforzamento della governance territoriale e delle modalità operative delle Reti.

Gli Uffici Regionali e Territoriali si configurano così come enti capaci di individuare i modelli e le pratiche di qualità, nati a livello locale, proponendoli quali modelli di carattere nazionale. Si è assistito per troppi anni, a tutti i livelli, all’uso non sempre accorto dei fondi, non tanto per volontà o per noncuranza, quanto piuttosto per difetti di funzionamento di organismi complessi come le reti.

Soprattutto le strutture territoriali del Ministero sono chiamate oggi a svolgere un ruolo sempre più propositivo, gestionale e organizzativo. Lo stesso, in altri termini, che spetta anche al MIUR nel momento in cui esso si pone come organismo generale di controllo e come collettore dei risultati.

Un compito necessario ai vertici della rete gestionale per procedere ad ulteriori progettazioni capaci di produrre partecipazione ed ottimizzazione delle risorse investite. Questa apertura di carattere comunicativo e sinergico, con tutte le sfumature ed articolazioni che potranno nascere dalla valutazione delle buone pratiche all’interno di reti che si potrebbero definire “virtuose”, è parte del ruolo che il MIUR dovrebbe rafforzare.

Gli strumenti primari possono consistere nell’elaborazione di nuovi indicatori di qualità da applicare ai progetti in essere, e nella promozione di monitoraggi sui risultati che riesca ad andare oltre il piano formale. Questo obiettivo andrebbe perseguito anche attraverso l'organizzazione di incontri periodici a cui partecipino i referenti della sicurezza stradale degli USR, con il coinvolgimento dei soggetti più attivi (in particolare, dirigenti scolastici e associazioni) che hanno dato vita a progetti di qualità.

Tali eventi dovrebbero essere finalizzati alla documentazione e diffusione delle buone pratiche, costituendo un’occasione per la reale valutazione delle attività svolte, ai fini di rendere più efficaci le modalità di intervento future.


Related Articles:

Ultimi temi

No Article Available

Collaborazioni